L’arancione viene spesso associato alla stagione autunnale perché ci ricorda il colore delle foglie, la zucca le arance e perché dà una sensazione di calore; ma nella tradizione orientale il colore arancione è associato al secondo Chakra che governa le azioni mentali e fisiche, gestendo il piacere e la voglia di vivere.

Nella disciplina del Feng Shui l’arancione è consigliato per l’ambiente cucina e living, perché si dice favorisca la creatività e la conversazione.

L’arancione simboleggia anche l’elemento Terra e può essere introdotto nelle casa con le ceramiche sia per le pavimentazioni sia per i piatti, vasi e sculture.

Prima veniva utilizzato prettamente nei giochi e mobili dedicati ai bambini perché stimola la creatività, adesso invece è diventato il colore moda per questa stagione.

Nell’arredamento l’utilizzo è legato alla volontà di portare, negli ambienti in cui è inserito sensazioni positive, stimola la circolazione sanguigna, che attraverso lo scioglimento delle tensioni, permette di aprirsi serenamente e positivamente al mondo. Questa particolare tonalità di arancione è stato definito un colore ricco, pieno, allegro, interpretando a suo modo il perfetto emblema della vita moderna.

Si può abbinare facilmente, anche se può sembrare difficile, sia come colore predominate sia come colore di supporto o come elemento di rottura.

Questa particolare tonalità arancione si presta molto bene per portare un equilibrio visivo alla presenza di tonalità fredde come il verde.

Essendo un colore “caldo” si può facilmente abbinare con le tonalità del giallo e rosa intensi, per un effetto giocoso e pop. Pouf, cuscini, copertine possono essere l’elemento giovane e fresco che ricorda la stagione estiva.

Non temete di osare con l’arancione che, passata la stagione estiva, vi aiuterà a scaldare l’inverno.